Le antiche radici di STAMPA ed EDITORIA in Monferrato

14 Apr

TRINO E L’ARTE TIPOGRAFICA NEL XVI SECOLO. Dal marchesato del Monferrato all’Europa al mondo : questo il titolo del convegno che si è svolto nelle giornate di sabato 13 a Trino e di domenica 14 aprile a Vercelli, dove, al termine dei lavori, è stata inaugurata la mostra presso il Museo Leone – che sarà aperta fino al 2 giugno :

stampato per Ass.ne Culturale LE GRANGE, Trino - 2013

stampato per Ass.ne Culturale LE GRANGE, Trino – 2013

Ci fu un tempo in cui la città di Trino era conosciuta e famosa non soltanto al di fuori dei confini territoriali di quello che era l’antico Marchesato del Monferrato, ma addirittura in tutta Europa. A fare la sua fortuna fu, dalla fine del Quattrocento e per tutto il secolo seguente, l’arte tipografica e della stampa. Vere e proprie dinastie di stampatori ed editori nel giro di pochi anni raggiunsero fama internazionale, stabilendo le loro botteghe e stamperie prima a Venezia, allora centro di riferimento dell’editoria, e in seguito anche all’estero, in Francia, Spagna, Germania; tra tutte le famiglie si distinse soprattutto quella dei Giolito de Ferrari, che prosperò anche grazie alla protezione filantropica dell’allora Marchese del Monferrato Guglielmo. A questi si aggiunsero ben presto, tra gli altri, Comin da Trino, Bernardino Stagnino, le famiglie Borgominieri e Portonari. Sulla scorta dei trinesi l’arte tipografica “invase” il territorio di quella che oggi è la Bassa vercellese e importanti stamperie nacquero a Fontanetto Po e Palazzolo Vercellese, nonché, ovviamente, a Vercelli.

Convegno e mostra sono realizzati con il contributo di:

Fondazione Cassa di Risparmio di Torino,

Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli,

Provincia di Vercelli – Città di Vercelli – Comune di Trino

Promoriso

La Stampa – media partner

La mostra è allestita presso il MUSEO CAMILLO LEONE (via Verdi 30 – Vercelli), affascinante edificio composto da PALAZZO LANGOSCO, che l’ultimo proprietario – il notaio Leone – nel 1910 ha adibito anche a dimora di raccolte,  con una manica di raccordo progettata dall’ingegnere torinese Augusto Cavallari Murat nel 1939 unito all’adiacente CASA ALCIATI, e così diventato sede espositiva di un’importante collezione di reperti archeologici d’epoca romana e medievale e di arte pittorica e decorativa. Un interessante progetto museografico, pensato in funzione degli oggetti in mostra e strutturato come un percorso sistematico, il cui fulcro è lo scenografico salone a forma di aula basilicale romana e denso di simboli storico-politici, in cui si nota la scritta:

PRAETERITUM IGNORARE FUTURUM CONFICERE ET CONSUMERE EST

IGNORANDO IL PASSATO SI DISSIPA E DISTRUGGE IL FUTURO

Annunci

Una Risposta to “Le antiche radici di STAMPA ed EDITORIA in Monferrato”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Le antiche radici di STAMPA ed EDITORIA in Monf... - 15 aprile 2013

    […] TRINO E L’ARTE TIPOGRAFICA NEL XVI SECOLO. Dal marchesato del Monferrato all’Europa al mondo : questo il titolo del convegno che si è svolto nelle giornate di sabato 13 a Trino e di domenica 14 apr…  […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: