oggi al cinema

21 Set

sacro-gra_covera CINELANADIA di Casale Monferrato

leonedoroe nelle sale di :  Ancona – Galleria, Andria (BA) – Roma, Bari – Galleria, Bergamo – Conca Verde, Bologna – Roma, Brescia – Sociale, Cuneo – Fiamma, Fermo (AP) – Sala Degli Artisti, Formia (LT)Multisala Del Mare, Francavilla (CH) – Asterope, Genova – Ariston, Guidonia (RM) – The Space, Legnano (VA) – Sala Ratti, Mantova – Ariston, Milano – Anteo – Eliseo – UCI Bicocca, Mola di Bari (BA) – Metropolis, Napoli – Filangeri,  Ostia (RM) – Cineland, Padova – Astra, Perugia – Zenith, Pesaro – Loreto, Pescara – Massimo, Pisa – Arno, Roma – Giulio Cesare – Quattro Fontane – Intrastevere – Maestoso – Eurcine – UCI Porta Di Roma – UCI Lunghezza – UCI Fiumicino – The Space Parco – De Medici, Seregno (MB) – Roma, Sesto San Giovanni (MI) – Rondinella, Spoltore (PE) – Arca, Torino – Nazionale – Eliseo, Trevignano Romano (RM) – Delle Palme

sacro gra VE 2013SACRO GRA di GIANFRANCO ROSI – da un’idea originale di Nicolò Bassetti – prodotto da Doclab, La Femme Endormie, Rai Cinema e il sostegno del Mibac

Dopo l’India dei barcaioli, il deserto americano dei drop out, il Messico dei killer del narcotraffico, Gianfranco Rosi racconta un angolo del suo Paese, girando e perdendosi per oltre due anni con un mini-van sul Grande Raccordo Anulare di Roma per scoprire i mondi invisibili e i futuri che questo luogo magico cela oltre il muro del suo frastuono continuo. Dallo sfondo emergono personaggi altrimenti invisibili: un nobile piemontese decaduto e sua figlia laureanda, assegnatari di un monolocale in un moderno condominio ai bordi del Raccordo; un botanico armato di sonde sonore e pozioni chimiche in cerca del rimedio per liberare le palme della sua oasi dalle larve divoratrici; un principe dei nostri giorni, sempre con il sigaro in bocca, che fa ginnastica sul tetto del proprio castello assediato dalle palazzine della periferia informe; un barelliere in servizio sulle autoambulanze del 118 che dà soccorso e conforto giorno e notte sull’anello autostradale; un pescatore d’anguille che vive su una zattera all’ombra di un cavalcavia sul Tevere. Lontano dai luoghi canonici di Roma, il Grande Raccordo Anulare si trasforma in un collettore di storie a margine di un universo in espansione. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: