il bosco che racconta di passato-presente-futuro del mondo

18 Ott

Oggi in Monferrato è una giornata molto speciale: a Trino Vercellese si è riunita l’annuale assemblea in cui, con il tradizionale sistema del sorteggio, si  assegnano agli aventi diritto i lotti in cui andare a far legna… e aver cura del Bosco delle Sorti della Partecipanza. IMG-20151012-WA0002Come spiega il reportage che documenta la “estrazione delle sorti” del 2012, questo sistema per la spartizione dei benefici  derivanti e dei conseguenti oneri per il suo sfruttamento garantiscono la sopravvivenza del piccolo, importantissimo patrimonio forestale. La sua gestione, ora sotto vigilanza e tutela del Forest Stewardship CouncilFSC, è socialmente eco-sostenibile dal 1275: “conservatori” e “partecipanti” infatti lo mantengono rigoglioso tagliando le piante vecchie e cadenti, i cui rami e tronchi sono ottimo legname da ardere nelle stufe e utilizzare in molti modi, mentre se non venissero tolte soffocherebbero i nuovi fusti.

9 - far legna in Monferrato - foto © Stefania MonsiniLa cura dei boschi è un lavoro che impegna molte persone in Monferrato: le guardie forestali del Parco Fluviale del Po e dell’Orba, i “guardiani” del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino, tanti boscaioli e contadini, come il protagonista del reportage Antonio, eroe del XXI secolo di Stefania Monsini, e anche molte persone che vi si dedicano per passione, come Pietro al bosco sul Bric d’la Tota nella tenuta di Locanda dell’Arte.

Un cura che richiede molte attenzioni e competenze, anche tanta fatica, e da cui si ricavano pochi profitti, ma tante utilità socialmente condivise: LAUDATO SI' - don Bruno copertinaun’aria ossigenata che fa bene respirare, un terreno fertile per funghi e tartufi (una “ricchezza” del Monferrato), un habitat per gli animali selvatici, un paesaggio suggestivo e rilassante e altri moltissimi “doni della Natura” che, come messo in evidenza proprio a Trino nell’incontro organizzato dalla locale sezione di Legambiente sul messaggio dell’Enciclica Laudato Sì – Sulla cura della casa comune, papa Francesco ha sottolineato essere affidati alla cura di… tutti!!!

donBrunoBignami Trino 9 ott 2015Trino, 9 ottobre 2015 –  interventi del coordinatore Legambiente a Trino, Umberto Lorini (direttore de “La Gazzetta” e vice-presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta) e don Bruno Bignami, docente di Teologia morale all’Istituto Teologico dei seminari di Crema, Cremona, Lodi e Vigevano  e presidente della Fondazione “Don Primo Mazzolari” di Bozzolo, MN  > video on-line su Youtube

Annunci

2 Risposte to “il bosco che racconta di passato-presente-futuro del mondo”

Trackbacks/Pingbacks

  1. il bosco che racconta di passato-presente-futur... - 18 ottobre 2015

    […] Oggi in Monferrato è una giornata molto speciale: a Trino Vercellese si è riunita l'annuale assemblea in cui, con il tradizionale sistema del sorteggio, si assegnano agli aventi diritto i lotti in cui andare a far legna… e aver cura del Bosco delle Sorti della Partecipanza. Come spiega il reportage che documenta la "estrazione delle…  […]

  2. La TERRA promessa – DIARIO PERSONALE - 29 dicembre 2016

    […] 2015 – Il bosco che racconta passato-presente-futuro del mondo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: