Archivio | mostre in GALLERIA RSS feed for this section

Torna l’Arte dall’11 maggio

27 Apr

Sabato 11 maggio e domenica 12, la Locanda dell’Arte è lieta di presentare una bipersonale degli artisti emergenti Erika Marchi e Fabio Forti.

Immagine Copertina

Erika Marchi, pittrice carpigiana, inizia giovanissima ad esprimere le proprie sensazioni sulle tele, dove tutti i silenzi interiori hanno facoltà di essere espressi e dove solo un occhio attento può cogliere ciò che non si vede.

Le sue opere sono oli sviluppati su tela  o su carta in cui dominano i colori del bianco e del nero interrotti da piccoli tratti generalmente rossi.

I più figurativi si ispirano, nella costruzione, al mondo della moda; si chiamano “Grovigli” o “Tangles” quasi fossero delle matasse di filo che  formano figure di cui il punto rosso rappresenta una ipotetica ceralacca che blocca l’ultimo filo. Sono lavori eseguiti con precisione e trasmettono spesso sentimenti quali l’amore per la famiglia, per la musica e per l’arte, ma anche figure più iconiche. La critica italiana ha trovato i suoi Tangles–Grovigli emozionali e innovativi.

I più astratti si chiamano “Labirinti” perché, giocando sulle ombre del nero, nascondono spazi e figure che prendono progressivamente  forma mentre vengono osservati. Sono lavori più istintivi, incentrati sul senso del segno che viene spesso utilizzato come mezzo di trasmissione di messaggi importanti.

Marchi_Forti

Fabio Forti, classe 1973, vive attualmente a Ginevra. Artista e creatore, l’arte è da sempre la sua passione.

Il suo percorso è iniziato con la fotografia per poi evolversi nella pittura. Prende ispirazione dall’arte contemporanea, in particolar modo dalla scuola Bauhaus e dagli espressionisti astratti Americani.

Il suo lavoro è caratterizzato da differenti tecniche elaborate ed affinate secondo uno stile personale creando opere dal carattere riconoscibile.

L’esperienza e soprattutto l’energia che riceve dall’ambiente esterno hanno trasformato il suo istinto creativo nella voglia di trasmettere agli altri la sua passione  per condividerne le emozioni. Nascono così due progetti “ArtefortiLab” e “AID”, acronimo di Arteforti Interior Design, che mirano a coinvolgere direttamente chiunque creda nell’arte.

ArtefortiLab: l’obiettivo di questo progetto è di puntare a far emergere il lato unico ed artistico di ognuno. Le vere protagoniste sono le opere, le quali comunicano con la persona che interagisce con esse. Incontrandosi nel suo studio o a un vernissage, si parla di arte, si beve un buon bicchiere di vino e si crea.

AID: rappresenta lo studio dell’inserimento delle differenti tecniche delle sue opere all’interno di un contesto industriale o abitativo. Le tonalità calde e delicate degli affreschi, le carte smunte e usurate dalle intemperie dei decollage, i contrasti delle tecniche miste e i colori dei collage, arredano con un “tocco di classe” gli ambienti di casa e lavoro.

Esposizione dall’ 11 maggio al 30 giugno 2019

Vernissage sabato 11 maggio ore 17:00 e domenica 12 maggio ore 15:00

www.erikamarchi.it

www.arteforti.com

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: